Notizie Forex

Dati Cina maggio: le vendite al dettaglio aumentano dell’8,6%, la produzione industriale arriva al 5,0%

I dati suggerivano che i consumatori stavano iniziando a ridurre la spesa per prodotti di uso quotidiano come la cura personale e cosmetici, mentre continuavano a evitare prodotti più costosi come le automobili. Hanno suggerito che i consumatori stavano iniziando a ridurre la spesa per i prodotti di uso quotidiano, dall’assistenza personale ai cosmetici, e hanno continuato a scartare articoli costosi come le automobili. In aggiunta alle preoccupazioni per la domanda interna, i dati di mercoledì hanno anche mostrato un imprevisto inciampo negli investimenti. A conti fatti, gli ultimi dati mostrano un’economia sotto pressione sia sul fronte esterno che su quello interno, con gli sforzi della politica per sostenere la crescita ancora in calo “, ha scritto Julian Evans-Pritchard, economista senior della Cina presso Capital Economics. . Nel complesso, i dati cinesi di aprile hanno in gran parte indicato una perdita di slancio dopo che le letture sorprendentemente ottimistiche di marzo hanno sollevato le speranze che l’economia stesse lentamente tornando su una base più solida e richiederebbe meno sostegno. Poiché hanno in gran parte indicato una perdita di slancio, dopo che le letture di marzo sorprendentemente ottimistiche avevano sollevato le speranze che l’economia stesse lentamente tornando su basi più solide e avrebbe richiesto un minore sostegno politico.

Il deficit di finanziamento nel mercato è relativamente ampio “, ha detto Nie, aggiungendo che riduzioni più ridotte e mirate delle riserve bancarie potrebbero non essere più sufficienti a stimolare una crescita più forte. è relativamente grande “, ha detto Nie, aggiungendo che riduzioni più piccole e più mirate delle riserve bancarie potrebbero non essere più sufficienti a stimolare una crescita più forte. È relativamente grande, ha detto Nie, aggiungendo che riduzioni più ridotte e mirate delle riserve bancarie potrebbero non essere più sufficienti a stimolare una crescita più forte.

La Cina si è vendicata lunedì, sebbene su scala minore. Sta cercando di progettare un boom edilizio anche mentre intensifica gli sforzi per alleviare le tensioni sulle aziende più piccole, che vanno dai tagli fiscali agli incentivi finanziari per le imprese che non versano personale. Sta cercando di progettare un boom edilizio per riaccendere la domanda, anche mentre intensifica le misure di sostegno per mantenere a galla le piccole aziende affamate di contante, che vanno dalle riduzioni fiscali agli incentivi finanziari per le imprese che non licenziano il personale. Potrebbe essere un po ‘turbato per il commercio perché stiamo frenando fortemente il commercio, ha detto Trump in un’intervista a Fox News. Durante il fine settimana, ha registrato esportazioni e importazioni di gran lunga più deboli delle attese di novembre, rispecchiando una domanda globale più lenta e diminuendo l’attività delle fabbriche domestiche man mano che i margini di profitto si restringevano. In termini di politiche future per mantenere il consumo come stabilizzatore dell’economia, potrebbe introdurre tagli fiscali mirati o sussidi ai gruppi di reddito medio-basso. Guardando al futuro, anche se la Cina e gli Stati Uniti possono negoziare una tregua duratura sul commercio, il raffreddamento della crescita globale e l’effetto ritardato del rallentamento della crescita del credito rimarranno un freno all’attività economica nei prossimi mesi “, ha affermato Evans-Pritchard.

La produzione è sottoposta a una reale pressione dal rallentamento della Cina e della guerra commerciale e prevediamo che la produzione scenderà nel corso del primo semestre, mettendo il settore in una leggera recessione, ha dichiarato Ian Shepherdson, chief economist presso Pantheon Macroeconomics. Anche la produzione di prodotti in legno, computer, materiale elettrico, abbigliamento e prodotti chimici è diminuita a gennaio. Quando i produttori si affidano a meno della loro capacità, hanno meno bisogno di investire in nuove attrezzature e strutture. Sono stati colpiti lo scorso mese dalla parziale chiusura del governo e dalle persistenti pressioni sui costi derivanti dalle tariffe imposte dal presidente Donald Trump alla Cina.

I mercati asiatici sono scesi sui giornali, con l’Hang Seng di Hong Kong e il composito di Shanghai in calo. I mercati azionari statunitensi hanno inizialmente iniziato a scendere sotto forma di nuovi dati economici nelle vendite al dettaglio di aprile e la produzione industriale è stata inferiore alle attese. Le azioni hanno invertito le prime perdite mercoledì tra le notizie secondo cui l’amministrazione Trump prevede di ritardare le tariffe auto fino a sei mesi. Le azioni di Wall Street sono aumentate dopo un rapporto secondo cui Trump avrebbe ritardato la decisione di imporre tariffe auto.

Le vendite nei negozi di mobili erano piatte. Le deboli vendite al dettaglio sono parzialmente riconducibili al deterioramento dell’occupazione e al calo delle entrate dei gruppi a medio e basso reddito “, ha affermato Nie Wen, economista presso Hwabao Trust. In parte erano il risultato di un peggioramento dell’occupazione e del calo delle entrate dei gruppi a reddito medio-basso, ha affermato Nie Wen, economista presso Hwabao Trust. Mentre le forti vendite al dettaglio di marzo hanno orientato la spesa dei consumatori su una traiettoria ascendente nel secondo trimestre, la debolezza dello scorso mese ha suggerito una moderata ripresa delle spese.

Mentre la crescita dell’occupazione è stata solida, altri settori dell’economia stanno mostrando segni di cautela. La moderata crescita globale sta ancora penalizzando i produttori statunitensi, mentre un ulteriore apprezzamento del dollaro negli ultimi mesi è un ulteriore ostacolo, Andrew Hunter, economista statunitense senior per Capital Economics, ha scritto in una nota. Si prevede che la crescita degli investimenti sarà costante e potrebbe leggermente rimbalzare nel 2019, secondo Mao. La crescita degli investimenti in immobilizzazioni rimane ai livelli più deboli dal 1996, secondo i dati di Reuters. Secondo i calcoli Reuters basati sui dati NBS, la crescita degli investimenti immobiliari è ora ai massimi livelli da ottobre 2016.

admin (Author)