Notizie Forex

I prezzi dell’oro mancano perché i mercati traballanti trovano rifugio nel dollaro USA

I prezzi del petrolio più deboli tendono a danneggiare l’oro in quanto riducono la necessità di oro come copertura contro l’inflazione guidata dal petrolio. I prezzi globali del petrolio sono al livello più basso dall’aprile 2009. Nel frattempo, i prezzi del petrolio greggio sono più alti e si aggirano vicino ai loro ultimi massimi di più mesi. Si stanno mobilitando sulle preoccupazioni per la riduzione delle esportazioni di greggio iracheno e sulla preoccupazione che le violenze in Iraq possano diffondersi in altre nazioni arabe. Normalmente, i prezzi del petrolio più bassi sono negativi per l’oro, ma i cali prolungati del prezzo del petrolio potrebbero far temere che ulteriori perdite potrebbero avere un effetto di lussazione sui mercati finanziari e sulle economie esportatrici di petrolio “, ha detto l’analista di HSBC James Steel.

L’oro sta ora salendo in termini di yen. Non reagisce o non è correlato con nient’altro che i tassi di interesse, non la domanda di gioielli, non gli eventi mondiali. Ora non sta solo aumentando in termini di dollari, ma sta finalmente aumentando in termini di tutto. Lunedì è salito al livello più alto in un mese a causa della debolezza del dollaro, più un ulteriore calo dei prezzi del petrolio, che ha innescato offerte di rifugio sicuro per il metallo prezioso. La settimana scorsa si è fortemente radicata in una zona di resistenza maggiore, misurando dal picco di febbraio al 1347 fino al massimo del luglio 2016 al 1375. Poiché il prezzo è espresso in dollari USA e dal momento che il dollaro USA è in perenne declino, il Il prezzo dell’oro in dollari USA continuerà a salire nel tempo. Mentre l’oro a pronti è leggermente in rialzo giovedì, i futures sull’oro di aprile hanno chiuso leggermente al ribasso per la giornata, dato che un leggero guadagno è stato evidente dopo l’impressionante rally di mercoledì.

ANALISI TECNICA DELL’ORO L’apparizione di un modello di candela a forma di stella della sera ribassista suggerisce che i prezzi dell’oro potrebbero formare una doppia cima alla resistenza segnata dall’altezza dello swing di febbraio (1346.75). In origine, naturalmente, il prezzo dell’oro è salito in risposta agli sforzi della Fed. I prezzi dell’oro sono aumentati nei mercati globali mentre le preoccupazioni per la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti si sono protratte, frenando la propensione al rischio e aumentando l’attrattiva del metallo rifugio.

Il dollaro è sceso dopo un imprevisto calo delle retribuzioni degli Stati Uniti, che ha contaminato quella che altrimenti sarebbe stata una relazione robusta sul mercato del lavoro. Tra il 2011 e il 2016, il dollaro USA ha continuato a rafforzarsi e il prezzo dell’oro ha continuato a diminuire. È in prima pagina, quindi, naturalmente, la maggior parte delle spiegazioni e delle aspettative per la grande mossa dell’oro si concentra sulla debolezza del dollaro statunitense. Alcuni affermano che un dollaro USA più debole “incide” su un prezzo dell’oro più alto.

Il dollaro si è rafforzato, facendo pressioni sull’oro, dopo che il capo della Riserva Federale degli Stati Uniti, Jerome Powell, ha dichiarato ai membri del Congresso degli Stati Uniti che gli aumenti dei tassi dovrebbero continuare, nonostante l’ulteriore stimolo del taglio delle tasse e della spesa pubblica. Se non altro, un dollaro indebolimento serve a stimolare la domanda d’oro come una copertura contro l’inflazione. È il singolo fattore più importante per la prospettiva dell’oro a medio termine in quanto fornisce certezza della galleggiabilità dell’oro nelle prossime settimane. Un dollaro debole ha certamente contribuito all’aumento del prezzo dell’oro. D’altra parte, il più grande rischio per i prezzi dell’oro, il dollaro USA, è, a mio avviso, in vista di un’altra fase di mercato rialzista o di una fase di consolidamento (almeno). Continua a muoversi – più in alto in una moda quasi bizzarra.

admin (Author)