Notizie Forex

RBA: aspettative di inflazione in calo – ANZ

In seguito alla decisione della Riksbank di respingere i tempi di quando si prevede di aumentare nuovamente i tassi, a parte il SEK, anche la corona norvegese è scivolata, forse a causa dei timori che la Norges Bank possa seguire l’esempio. Il tasso poi è rimbalzato e ora sta cercando di farsi strada più in alto. Di conseguenza, i tassi di interesse negativi sono al netto neutrali nella migliore delle ipotesi e frenano o rallentano l’economia nel peggiore dei casi.

Il sentimento del mercato è stato nuovamente colpito ieri, con l’intensificarsi delle tensioni tra gli Stati Uniti e la Cina sul commercio. Il sentimento di rischio ha visto gli investitori tornare a quella risorsa sicura collaudata, i titoli del Tesoro degli Stati Uniti. È stato responsabile del calo delle aspettative di inflazione, ma la disconnessione tra dati economici duri e aspettative del mercato è notevole.

Il mercato immobiliare sta faticando a riprendersi, poiché una domanda più debole con un aumento dell’offerta sta facendo abbassare i prezzi delle case. In poche parole, il mercato si aspetta una riduzione dei tassi all’inizio del 2020, mentre la Fed cerca di combattere una recessione. Dopo aver toccato nuovi massimi nei primi tre trimestri del 2018, i mercati azionari sono crollati e hanno segnato il peggior anno in un decennio. Giusto per ricordare al lettore che il mercato giapponese è stato chiuso dal 29 aprile al 6 maggio, a causa della vicinanza di varie celebrazioni per tutta la settimana, che sono state riunite in una lunga vacanza. In teoria, uno stretto mercato del lavoro dovrebbe comportare un aumento dei salari, che dovrebbe in definitiva aumentare l’inflazione. Dopo diversi anni di false partenze, la crescita dei salari è finalmente cresciuta bruscamente nel 2018. Ovviamente, se continuerà a salire e l’inflazione tornerà a farsi sentire, vedremo la Fed catturata tra una roccia (aspettative di mercato) e un posto difficile (economica dati).

Si prevede che i numeri dell’inflazione cinese su base MoM e YoY siano migliorati rispetto al passato. Il risultato netto della discordia tra gli aumenti dei tassi d’interesse della Fed e le aspettative del mercato è stato che la curva dei rendimenti ha finito per invertire. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre l’alto rischio di perdere i tuoi soldi. Allo stesso tempo, ci sono altre due preoccupazioni legate al commercio oltre la battaglia con la Cina. L’obiettivo principale durante la mattinata europea sarà sui dati sul PIL della Gran Bretagna.

A quel tempo l’indicatore era lontano dalla tacca zero, cioè senza alcuna minaccia di recessione. In mezzo al caos, l’indice di volatilità del CBOE è salito quasi del 200% alla vigilia di Natale dal suo livello all’inizio del trimestre. Mercoledì, durante la mattinata asiatica, l’indice dei salari australiani per il primo trimestre dovrebbe essere pubblicato, solo un giorno prima del rapporto sull’occupazione della nazione per aprile. È prevista anche la pubblicazione del rapporto mensile OPEC. Nel Regno Unito, sta uscendo il rapporto sull’occupazione di marzo. Un’ora dopo la pubblicazione della dichiarazione di politica monetaria, RBNZ terrà una conferenza stampa per discutere i dettagli della politica e prendere domande dalla stampa. Si prevede inoltre che le richieste iniziali di disoccupazione negli Stati Uniti siano diminuite da 230 a 215 mila.

admin (Author)